Valore estrinseco

Cos’è il valore estrinseco?

Il valore estrinseco misura la differenza tra il prezzo di mercato di un’opzione, chiamato premio, e il suo valore intrinseco. Il valore estrinseco è anche la parte del valore assegnata a un’opzione da fattori diversi dal prezzo dell’asset sottostante. L’opposto del valore estrinseco è il valore intrinseco, che è il valore intrinseco di un’opzione.

Punti chiave

  • Il valore estrinseco è la differenza tra il prezzo di mercato di un’opzione, noto anche come premio, e il suo prezzo intrinseco, che è la differenza tra il prezzo di esercizio di un’opzione e il prezzo dell’asset sottostante.
  • Il valore estrinseco aumenta con l’aumento della volatilità del mercato.

Fondamenti di valore estrinseco

Il valore estrinseco e il valore intrinseco comprendono il costo o il premio di un’opzione. Valore intrinseco è la differenza tra il prezzo del titolo sottostante e dell’opzione prezzo di esercizio  quando l’opzione è in the money.

Ad esempio, se un’opzione call ha un prezzo di esercizio di $ 20 e il titolo sottostante viene scambiato a $ 22, tale opzione ha un valore intrinseco di $ 2. L’opzione effettiva può essere scambiata a $ 2,50, quindi $ 0,50 extra è un valore estrinseco.

Se un’opzione call ha valore quando il prezzo del titolo sottostante viene negoziato al di sotto del prezzo di esercizio, il premio dell’opzione deriva solo dal valore estrinseco. Al contrario, se un’opzione put  ha un valore quando il prezzo del titolo sottostante è scambiato al di sopra del prezzo di esercizio, il premio dell’opzione è costituito solo dal suo valore estrinseco.

Fattori che influenzano il valore estrinseco

Il valore estrinseco è anche noto come “valore temporale” perché il tempo rimanente fino alla scadenza del contratto di opzione è uno dei fattori principali che influenzano il premio dell’opzione. In circostanze normali, un contratto perde valore quando si avvicina alla data di scadenza perché c’è meno tempo per il titolo sottostante per muoversi favorevolmente. Ad esempio, un’opzione con un mese di scadenza out of the money  avrà un valore più estrinseco di quella di un’opzione out of the money con una settimana di scadenza.

Un altro fattore che influenza il valore estrinseco è la volatilità implicita. La volatilità implicita misura l’ammontare che un’attività sottostante può variare in un determinato periodo. Se la volatilità implicita aumenta, il valore estrinseco aumenterà. Ad esempio, se un investitore acquista un’opzione call con una volatilità implicita annualizzata del 20% e la volatilità implicita aumenta al 30% il giorno successivo, il valore estrinseco aumenterebbe.

Esempio di valore estrinseco

Supponiamo che un trader acquisti un’opzione put su azioni XYZ. Il titolo viene scambiato a $ 50 e il trader acquista un’opzione put con un prezzo di esercizio di $ 45 per $ 3. Esso scade  in cinque mesi.

Al momento dell’acquisto, tale opzione non ha valore intrinseco perché il prezzo dell’azione è superiore al prezzo di esercizio dell’opzione put. Supponendo che la volatilità implicita e il prezzo del titolo rimangano gli stessi, con l’avvicinarsi della data di scadenza il premio dell’opzione si sposterà verso $ 0.

Se il titolo scende al di sotto del prezzo di esercizio put di $ 45, l’opzione avrà un valore intrinseco. Ad esempio, se lo stock scende a $ 40, l’opzione ha $ 5 in valore intrinseco. Se c’è ancora tempo fino alla scadenza dell’opzione, tale opzione può essere scambiata per $ 5,50, $ 6 o più, perché c’è ancora un valore estrinseco.

Il valore intrinseco non significa profitto. Se lo stock scende a $ 40 e l’opzione scade, l’opzione vale $ 5 a causa del suo valore intrinseco. Il trader ha pagato $ 3 per l’opzione, quindi il profitto è $ 2 per azione, non $ 5.