Qual è la differenza tra un limite di acquisto e un ordine stop?

Un ordine stop loss se viene utilizzato per limitare l’ammontare delle perdite su un’operazione di borsa. Un ordine stop può essere utilizzato per uscire da una posizione lunga o corta in un titolo. Non si applica solo alle posizioni lunghe.

Non è garantito che gli ordini con limite di acquisto vengano eseguiti. Se lo stock non scende mai al prezzo limite, l’ordine non viene eseguito. Inoltre, molti investitori pongono limiti di tempo sulla durata dell’ordine limite. Gli ordini limite possono essere annullati automaticamente se non vengono eseguiti entro un periodo di tempo stabilito.

Gli ordini stop possono essere utilizzati dagli investitori in diversi modi. Un ordine stop può essere di beneficio per un investitore che non è in grado di monitorare da vicino una posizione azionaria. Un ordine stop può anche togliere parte dell’emozione dal trading consentendo all’investitore di uscire automaticamente da una posizione a un certo prezzo. Gli investitori devono essere consapevoli che non è garantito che un ordine stop venga eseguito. Lo stock può dividere al di sopra o al di sotto dell’ordine stop e non attivare l’ordine al prezzo limite.

Un ordine di stop loss è diverso, poiché diventa un ordine di mercato una volta che il prezzo scende al di sotto del prezzo impostato. Pertanto, un’azione che scade al di sotto di uno stop di vendita limite diventa automaticamente un ordine di mercato. Ciò può comportare un riempimento sostanzialmente peggiore. Si verifica un divario su un grafico azionario in cui è presente uno spazio tra le barre nel prezzo, durante il quale non vengono scambiate azioni. È normale che un titolo si apra al di sopra o al di sotto della chiusura del giorno precedente. Gli investitori devono comprendere il rischio che stanno assumendo con diversi tipi di ordini.