Quali sono i pro e i contro di un bilancio equilibrato?

Poche questioni sono più controverse nella politica americana contemporanea del bilancio del governo federale. Chi sostiene il pareggio di bilancio afferma che il crescente debito federale avrà effetti dannosi in futuro. Altri ribattono che un bilancio pubblico non è come un bilancio familiare e non dovrebbe essere visto come tale. Dicono che i deficit dovrebbero essere prontamente utilizzati per scongiurare minacce economiche o straniere e che il debito pubblico non è un problema urgente.

In definitiva, i fautori di bilanci equilibrati sostengono anche la limitazione del potere e della portata del governo, mentre i loro oppositori vogliono che il governo abbia il potere di influenzare un cambiamento di vasta portata, se necessario.

Punti chiave

  • Molti economisti tradizionali non credono che il debito del governo degli Stati Uniti richieda un’attenzione urgente sotto forma di un bilancio in pareggio.
  • Una minoranza di economisti sta guadagnando attenzione con l’argomento che non importa se un governo che stampa la propria moneta saldi il proprio budget.

Gli economisti si dividono tra deficit e debito

Gli economisti sono divisi sulla questione di quanto sia importante per gli Stati Uniti affrontare il deficit di bilancio e il debito totale in essere. Il punto di vista dominante è che il debito – ora a 23 trilioni di dollari – non è motivo di grande preoccupazione in questo momento, quindi affrontare il deficit – la differenza tra le entrate e le spese del governo ogni anno – non è urgente.

Altri sostengono che il debito del governo alla fine diventerà un problema e sarebbe più facile affrontarlo ora. Altri economisti, attualmente in minoranza, sostengono che i deficit di bilancio del governo non contano, fino a un certo punto.

Argomenti per il bilanciamento del budget

L’argomento di lunga data per bilanciare urgentemente il bilancio degli Stati Uniti è più o meno questo: il debito degli Stati Uniti in continua crescita finirà per indurre gli investitori a mettere in dubbio la capacità del governo di ripagare i propri debiti, con conseguente aumento dei tassi di interesse che annullerà anche gli investimenti del settore privato come l’economia. Se i tassi di interesse aumentassero troppo rapidamente, il governo troverebbe molto difficile permettersi il pagamento degli interessi sul debito nazionale, con conseguente insolvenza o inflazione ancora più elevata.

Inoltre, affermano, gestire ampi deficit quando un’economia è in piena occupazione può spostare l’attività economica dal settore privato al settore pubblico, frenando la crescita nel lungo periodo.

Non c’è bisogno di preoccuparsi dei deficit per ora

L’opinione più diffusa tra gli economisti è che il debito della nazione alla fine potrebbe diventare un problema, ma non è uno di quelli che dobbiamo affrontare bilanciando il bilancio in questo momento. Citano le condizioni attuali, inclusi i tassi di interesse storicamente bassi, che indicano che nemmeno gli investitori vedono il debito come un problema. I titoli di stato degli Stati Uniti sono ancora considerati gli investimenti più sicuri sulla Terra e decenni di previsioni sulla rovina del mercato obbligazionario devono ancora essere realizzati.

Uno dei motivi per cui gli economisti mettono in guardia contro l’adozione di misure drastiche per bilanciare il bilancio è l’impatto che avrebbe sull’economia. Il bilanciamento del bilancio richiederebbe forti tagli alla spesa e aumenti delle tasse, il che equivarrebbe a un doppio colpo per l’economia degli Stati Uniti. Ciò potrebbe effettivamente aumentare il deficit abbassando le entrate fiscali e inducendo il governo a spendere di più per i programmi sociali.

Questi economisti dicono che i deficit non contano, fino a un certo punto

Una visione dei disavanzi pubblici e del debito che è salito alla ribalta negli ultimi anni è quella della Modern Monetary Theory (MMT). I fautori della MMT, di solito economisti e politici liberali, sostengono che i deficit ei debiti generalmente non contano perché il governo, a differenza di una famiglia, può semplicemente stampare più denaro. Il trucco: questa teoria vale solo quando l’inflazione è debole o almeno contenuta. L’indebitamento del governo diventa un problema solo quando solleva la domanda aggregata a livelli inflazionistici, affermano i sostenitori della MMT.



Poiché un governo è in grado di stampare denaro e aumentare le tasse, il suo budget non dovrebbe essere paragonato a un bilancio familiare.

Argomenti contro una legge sul bilancio equilibrato

Molti conservatori hanno suggerito di approvare una legge o anche un emendamento costituzionale che richiede al governo di pareggiare il proprio bilancio. Ma la maggior parte degli economisti tradizionali sostiene che questo sarebbe un modo rischioso per affrontare il debito, uno che potrebbe ostacolare il governo in tempi di crisi economica o altre emergenze quando è necessaria una spesa aggiuntiva.