Costo vs. prezzo: qual è la differenza?

Costo e prezzo sono spesso usati in modo intercambiabile, tuttavia, le due parole significano qualcosa di diverso quando si tratta di contabilità e bilancio. Quando si conducono analisi finanziarie o si prendono decisioni di investimento, è importante comprendere la differenza tra costo e prezzo e il modo in cui influiscono sul profilo finanziario di un’azienda.

Punti chiave

  • Il costo è in genere la spesa sostenuta per realizzare un prodotto o un servizio venduto da un’azienda.
  • Il prezzo è l’importo che un cliente è disposto a pagare per un prodotto o servizio.
  • Il costo di produzione di un prodotto ha un impatto diretto sia sul prezzo del prodotto che sul profitto ottenuto dalla sua vendita.

Costo vs. prezzo

Il costo è in genere la spesa sostenuta per la creazione di un prodotto o servizio venduto da un’azienda. Il costo per la fabbricazione di un prodotto potrebbe includere il costo delle materie prime utilizzate. La quantità di costo che va nella produzione di un prodotto può influire direttamente sul suo prezzo e sul profitto guadagnato da ogni vendita.

Il prezzo è l’importo che un cliente è disposto a pagare per un prodotto o servizio. La differenza tra prezzo pagato e costi sostenuti è il profitto. Se un cliente paga $ 10 per un prodotto che costa $ 6 da produrre e vendere, l’azienda guadagna $ 4 di profitto.

Costo

Alcune aziende elencano il costo totale per realizzare un prodotto sotto il costo delle merci vendute (COGS) nei loro bilanci. COGS è il totale dei costi diretti coinvolti nella produzione. Questi costi potrebbero includere materiali diretti, come materie prime, e manodopera diretta per l’impianto di produzione.

D’altra parte, un negozio al dettaglio potrebbe includere una parte delle spese operative e degli stipendi dell’edificio per gli addetti alle vendite nei loro costi. Per gli articoli venduti tramite un sito Web anziché un negozio fisico, le spese di funzionamento del sito Web potrebbero essere incluse nei costi.



Ogni azienda deve determinare il prezzo che i clienti saranno disposti a pagare per il loro prodotto o servizio, pur essendo consapevole del costo di portare quel prodotto o servizio sul mercato.

Prezzo

Il prezzo appropriato di un prodotto o servizio si basa sulla domanda e sull’offerta. Le due forze opposte cercano sempre di raggiungere l’ equilibrio, per cui la quantità di beni o servizi forniti corrisponde alla domanda del mercato e alla sua capacità di acquisire i beni o servizi. Il concetto consente l’adeguamento dei prezzi al variare delle condizioni di mercato.

Ad esempio, supponiamo che le forze di mercato determinino che un widget costa $ 5. Un acquirente di widget è quindi disposto a rinunciare all’utilità in $ 5 per possedere il widget e il venditore del widget percepisce $ 5 come un prezzo equo per il widget. Questa semplice teoria della determinazione dei prezzi è uno dei principi fondamentali alla base della teoria economica.

L’offerta è il numero di prodotti o servizi che il mercato può fornire, compresi i beni materiali (come le automobili) o i beni immateriali (come la possibilità di fissare un appuntamento con un fornitore di servizi qualificato). In ogni esempio, l’offerta è finita: c’è solo un certo numero di automobili e appuntamenti disponibili in un dato momento.

La domanda è il desiderio del mercato per l’oggetto, tangibile o intangibile. Anche il numero di potenziali consumatori disponibili è sempre finito. La domanda può variare a seconda di una varietà di fattori, come il valore percepito di un articolo o l’accessibilità economica dal mercato dei consumatori.

La linea di fondo

Sebbene simili nella lingua di tutti i giorni, costo e prezzo sono due termini diversi ma correlati. Il costo di un prodotto o servizio è l’esborso monetario sostenuto per creare un prodotto o servizio. Considerando che il prezzo, determinato dalla domanda e dall’offerta in un mercato libero, è ciò che un individuo è disposto a pagare e un venditore è disposto a vendere per un prodotto o servizio.